“Per un Servizio Civile davvero Universale”

Quest’anno, ASC Aps celebra i 35 anni dalla sua fondazione. Una storia che ha attraversato le tappe del servizio civile italiano, che ha osservato la fine del servizio di leva obbligatorio, che ha salutato l’arrivo del servizio civile nazionale volontario e finalmente aperto alle donne, che ha accolto la trasformazione in servizio civile universale.

Tanti mutamenti, che hanno inciso sulla vita dei giovani volontari ma anche su quella associativa. E non avrebbe potuto essere altrimenti per quella che è la principale associazione italiana di scopo dedicata al servizio civile. Tanti anni accomunati da un unico fil rouge: essere consapevoli dell’immenso valore che l’esperienza di servizio civile ha nel formare nuove generazioni di cittadini attivi e consapevoli, attraverso l’imparare facendo.

E con questa consapevolezza ci avviciniamo al Congresso Nazionale.
Da sempre ASC aps si è collocata al centro del dibattito sul servizio civile, col desiderio di renderlo migliore, aperto e accessibile a tutti.
Con questo stesso spirito ci avviciniamo, oggi, al XVII congresso nazionale intitolato “Per un servizio civile davvero universale”. Perché il servizio civile che abbiamo oggi, seppure più evoluto di quello di ieri, non è ancora la risposta migliore che possiamo dare ai giovani e al Paese.

Ci sono tante questioni irrisolte, temi da affrontare e proposte da formulare.

E, com’è accaduto in passato, sapremo cercare le risposte migliori.

Gli organi di governo eletti durante il congresso

IL PROGRAMMA DEL CONGRESSO

La mattina di venerdì 21 maggio comincia con l’insediamento dei lavori congressuali e con i saluti istituzionali.
Evento trasmesso in diretta FB e YT


Le competenze acquisite dai volontari durante il servizio civile sono uno dei temi più importanti e dibattuti.
Affronteremo il tema partendo dalla sperimentazione del progetto Emersione, realizzato da ASC, e ascoltando le esperienze in viva voce dei ragazzi che hanno partecipato.
Un lancio perfetto per intavoltare la discussione su un tema così cruciale con i principali attori coinvolti.
Evento trasmesso in diretta FB e YT
Per approfondire consigliamo la lettura dell’intervento di Licio Palazzini all’incontro organizzato da INAPP sulle competenze del 12 maggio

L’intensa giornata di lavori si conclude con una seconda tavola rotonda.
Questa volta si parla di memoria e del ruolo che ha nel trasmettere i valori fondanti la nostra Repubblica alle nuove generazioni.
Evento trasmesso in diretta FB e YT


Eccoci alla seconda giornata, sabato 22 maggio.
Le tante sollecitazioni ricevute il giorno precedente e le indicazioni raccolte nelle assemblee delle ASC saranno messe a confronto. Obiettivo dichiarato: capire che servizio civile vogliamo e come renderlo davvero universale.
Evento riservato ai delegati


I MATERIALI PREPARATORI

L’intervento di Licio Palazzini all’incontro organizzato da INAPP sulle competenze del 12 maggio

Lo studio su un contingente da almeno 80.000 posizioni. Da qui si parte per un servizio DAVVERO universale

I congressi locali, le loro riflessioni e le analisi che arrivano dai territori


IL PERCORSO COMPIUTO PER ARRIVARE AL CONGRESSO

La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino”. Così si legge sulla Costituzione, all’articolo 52.

Partendo da uno sguardo storico che dal Dopoguerra passa per i movimenti dei primi anni ’60, del ’68 e degli anni ’70, fino a giungere alle attuali leggi che regolano il servizio civile si farà una lieta chiacchierata coi maggiori esperti di storia, diritto e servizio civile.
L’analisi di ciò che è stato e come siamo arrivati all’oggi ci aiuterà a capire come e perché il servizio civile sia una delle più belle esperienze per assolvere al sacro dovere si difesa della Patria.

Due ore in cui ci si è confrontati sul concetto di difesa della patria fino a giungere a parlare di nonviolenza, movimenti giovanili, pacifismo, obiezione di coscienza, difesa civile, antimilitarismo, valori.