Accesso Area Riservata Nome utente   Password    
Arci Servizio Civile
Concluso a Roma l'incontro pubblico per i 30 anni della CNESC PDF Stampa E-mail

CNESCOgni anno intorno al 15 dicembre - giornata nazionale dell'obiezione di coscienza e del servizio civile - la Cnesc fa una riflessione sul tema che in quel momento ritiene importante per le proprie finalità. Quest'anno è stato ritenuto prioritario il tema dell'impatto del servizio civile sui giovani e sulle comunità: questo perché nelle comunità e nelle Istituzioni è ancora insufficiente il livello di consapevolezza del valore del servizio civile, mentre proprio sulla valutazione dell'impatto la Cnesc ha realizzato nel 2018 3 seminari cui hanno partecipato oltre 90 quadri.

Quanto il servizio civile impatti positivamente sia sui giovani che lo svolgono, grazie alle competenze ed alle esperienze che acquisiscono, sia sulle comunità di riferimento è stato il tema portante delle relazioni di Elena Marta dell'Università Cattolica e Paola Tola del Social Hub di Palermo.
Valutazioni in generale assai positive che qualche esperienza negativa non può certo contribuire a sminuire.
"La mia rinascita nella società" questo il significativo commento di un giovane in servizio civile che una delle relatrici ha riportato.


"Saremmo stati lieti di condividere queste esperienze e riflessioni con le Istituzioni del Servizio Civile ma ci sarà certamente un'altra occasione - afferma Licio Palazzini presidente della Cnesc - anche perché per noi restano immutate le preoccupazioni legate all'incerta situazione dei fondi stanziati, che hanno portato nelle scorse settimane alla diffusione di ben 3 comunicati stampa congiunti in cui segnalavamo l'insufficienza dei fondi". "Contiamo - prosegue Palazzini - nella realizzazione degli impegni presi dal Sottosegretario Spadafora".

Leggi tutto...
 
Giovani: un'Italia senza prospettive PDF Stampa E-mail

 

Lost In The LabyrinthIl Paese, alla vigilia del passaggio in Aula di Montecitorio della legge di stabilità 2019, progetta il suo futuro, ma si dimentica dei giovani.
I due emendamenti che erano stati presentati per stanziare maggiori fondi per il servizio civile universale sono stati respinti (emendamento a prima firmataria Francesca Bonomo, PD aumento di 252 milioni) o ritirati (emendamento a prima firmataria Marialuisa Faro, M5S, aumento di 97 milioni).

È ormai concreto il rischio di una legge di stabilità 2019 con solo 148 milioni per il Servizio Civile Universale, che, come da tutti confermato, sono in grado di dare l'opportunità a poco più di 20.000 giovani di svolgere Servizio Civile, a fronte dei 53.363 volontari del 2018 e dei 110.000 candidati al bando 2018.
Un danno per decine di migliaia di giovani, così come per chi beneficia del Servizio Civile stesso, quali, anzitutto, le fasce più deboli della popolazione, privati di innumerevoli servizi.

Leggi tutto...
 
GRADUATORIE PROVVISORIE PROGETTI ASC BANDO 2018 PDF Stampa E-mail

bando2018

Pubblicate le GRADUATORIE PROVVISORIE dei progetti di ASC inseriti nel bando di Servizio Civile dello scorso 20 agosto. Gli esiti sono PROVVISORI in attesa delle verifiche da parte del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

L'avvio al servizio per i progetti è previsto per il 15 gennaio 2019.

È possibile ottenere maggiori informazioni rivolgendosi alla sede ASC in cui si è tenuto il colloquio.



 
Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l’ambiente: 101 proposte per cambiare l’Italia PDF Stampa E-mail

Altan-SbilanciamociDiamo spazio alla Campagna Sbilanciamoci! che ha recentemente presentato la sua “Controfinanziaria”, giunta alla XX edizione.
Come ASC, oltre essere soci, abbiamo curato la sezione del Servizio Civile.

Il Rapporto di Sbilanciamoc!i, intitolato “Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace e l’ambiente”, esamina in dettaglio il Disegno di Legge di Bilancio 2019 e delinea una manovra economica alternativa articolata in sette aree chiave di analisi e intervento. Dal fisco e la finanza al lavoro e al reddito, dall’istruzione e la cultura all’ambiente, dal welfare all’altraeconomia, passando per la pace e la cooperazione internazionale: proposte puntuali e praticabili da subito per contrastare le disuguaglianze e garantire giustizia, diritti e sostenibilità all’Italia.

Leggi tutto...
 
Alcune riflessioni sulle comunicazioni del Sottosegretario Spadafora PDF Stampa E-mail

 

Logo-circolare-SCU 620x375Le comunicazioni che il Sottosegretario Spadafora ha ritenuto di mettere a disposizione di tutti i soggetti interessati, con la loro pubblicazione sul sito del DGSCN, permettono di avere alcuni elementi di riferimento e di questo, almeno come organizzazioni che sottoscrivono questa nota, gli siamo grati.
Per approfondire la conoscenza della situazione e mettere a disposizione, soprattutto dei parlamentari impegnati nella sessione di bilancio, ulteriori elementi di valutazione, ci permettiamo di riprendere due punti.

Leggi tutto...
 
Servizio civile: impegno del Governo per fondi aggiuntivi per il 2019 PDF Stampa E-mail

DipGiovSCNIl Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al servizio civile, on. Vincenzo Spadafora, in una nota ufficiale smentisce la riduzione dei fondi prevista dalla Legge di Bilancio e conferma l’impegno “a trovare fondi aggiuntivi per il 2019”.

La nota del Ministero arriva a seguito della richiesta al Governo di evitare "passi indietro sul Servizio civile universale" formulata della CNESC (Conferenza Nazionale Enti di servizio Civile), del Forum nazionale servizio civile, dell’Associazione Mosaico e Rappresentanza nazionale dei volontari.
In sintesi (link al documento integrale del Governo) le risposte del Sottosegretario chiariscono che:

  • La legge di bilancio in discussione non prevede alcun taglio significativo per il 2019. Si conferma quanto stanziato dal precedente Governo con una riduzione di circa 4 milioni euro, dovuta ai tagli per il contenimento della spesa pubblica applicati a tutte le amministrazioni centrali.
  • Non è stato possibile insediare la Consulta nazionale per il servizio civile in quanto la nuova disposizione individua i rappresentanti degli enti mediante il nuovo Albo di servizio civile universale, ma tale albo non è ancora operativo.
  • Il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI): non è stato possibile prevedere risorse FAMI nel recente Avviso agli enti di presentazione progetti per il 2019 perché gli Accordi sottoscritti prevedevano impegni di risorse soltanto per il 2018.
Leggi tutto...
 
La rassegna dei quotidiani per il centenario della Prima Guerra Mondiale PDF Stampa E-mail

8946748278 8fb6f8f667Il centenario della fine della Prima Guerra mondiale è stato motivo di celebrazione in più occasioni in questi mesi. Ciò ha determinato un accresciuto interesse nella stampa e nei rappresentanti politici che sono intervenuti per discutere delle tematiche collegate alla guerra, della relazione fra i popoli, della costruzione dell’identità nazionale e della difesa della Patria.

Le chiavi di lettura di quest’anniversario sono state molteplici e molteplici sono le modalità di celebrazione attuate in una data che, per ASC e il Movimento NonViolento, accanto alla dimensione storica, rappresenta il ricordo di un lutto.
Ciò che balza agli occhi in questa rassegna stampa è che alcune tematiche, proprie della discussione del 1918, cioè a conclusione del conflitto, si sono ripresentate oggi con notevole grado di similitudine.
Due temi, su tutti, tratteggiano bene questa preoccupante regressione: il riemergere dei nazionalismi e il ritorno di linguaggi bellicosi, così come il riferimento a identità etniche invece che di persone naturalmente diverse, ma appartenenti al medesimo genere umano.

Quale contributo alla discussione, ASC mette a disposizione la rassegna stampa tematica sulle celebrazioni della fine del primo conflitto mondiale, a partire da luglio 2018, tratta da Corriere della Sera, La Repubblica e La Stampa.

Leggi tutto...
 
Cancellare i fondi per il servizio civile per i rifugiati: che senso ha? PDF Stampa E-mail

 

Licio Palazzini 20181017 ridPochi giorni fa il Ministero dell’Interno ha ritirato lo stanziamento europeo di 18 milioni di euro destinato al progetto “Integr-Azione” che avrebbe permesso a 3.000 giovani titolari di protezionale internazionale e umanitaria di vivere, insieme ai loro coetanei italiani, un anno da volontari.

La possibilità di far presentare la domanda anche ai giovani che avevano concluso il periodo di accoglienza nei circuiti Sprar, era stata introdotta nell’agosto 2017 grazie ad un accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e il Ministero dell’Interno, sottolineando il «valore inclusivo dell’esperienza, in linea con le finalità del Piano nazionale d’integrazione dei titolari di protezione internazionale».
Tutto ciò grazie al contributo economico del FAMI, ovvero il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione, uno strumento finanziario europeo nato con l’obiettivo di promuovere l’asilo e l’integrazione dei fenomeni migratori.

L'intervista a Licio Palazzini, Presidente CNESC

 

 
Legge stabilità 2019: No a passi indietro sul Servizio Civile Universale PDF Stampa E-mail

 

20180911 ridPer il Servizio Civile nel 2019, il Governo ha previsto uno stanziamento di 148 milioni di euro, che diventano poco meno di 143 nel 2020 e quasi 102 nel 2021.
A fronte dell’allarme lanciato da alcuni organi di stampa sul DIMEZZAMENTO delle opportunità per i giovani nel 2019 rispetto al 2018, in cui sono stati messi a bando 53.363 posti a fronte delle oltre 100.000 domande di partecipazione presentate dai giovani, nessuna smentita è arrivata da chi ha la delega governativa per il Servizio Civile.

Dal Governo non è arrivata neanche una dichiarazione con l’impegno ad aumentare la dotazione durante il percorso parlamentare, oppure il riferimento ad altre fonti da cui attingere i fondi necessari a confermare il contingente degli oltre 53.000 volontari del 2018.

Leggi tutto...