Home
Racconti
IL DOPO QUARANTENA RIPARTE DALLA CULTURA

IL DOPO QUARANTENA RIPARTE DALLA CULTURA

Lo scorso 15 maggio sono riprese le attività del Museo Archeologico presso la Biblioteca Malatestiana di Cesena. Abbiamo quindi contattato la volontaria Giulia Ricciardi per capire com’è stato riprendere il servizio civile e come sono cambiate le sue attività rispetto a prima dell’emergenza.

Ciao, Giulia, com’è stato tornare in servizio?

È stato soddisfacente, non vedevo l’ora di ricominciare dopo un periodo di stop così lungo. Fin da subito ho ripreso con le mie attività anche se gli orari di lavoro sono stati ridotti.

Cosa intendi con orari ridotti?

Al posto del solito orario dalle 8:30 alle 13:30 finisco alle 12:30, perché in ufficio non è possibile stare in tanti e così facendo abbiamo la possibilità di lavorare tutti.

Ci sono stati cambiamenti?

Non ci sono stati grossi cambiamenti, però, se prima ero principalmente in ufficio, in biblioteca, ora trascorro molto più tempo in pinacoteca e nelle sezioni dove vi sono le mostre.

Nello specifico di cosa ti occupi?

Gestisco il sito della biblioteca, tutto ciò che riguarda la promozione degli eventi e delle diverse attività culturali.

La distanza di sicurezza la vedi come un limite?

No, assolutamente, e viene facilmente rispettata perché l’affluenza è bassa, ciò mi fa pensare che la ripartenza sarà molto lenta.

Ti preoccupa il contatto con le persone?

No, anche se spero che questa situazione termini al più presto.

Il rapporto con l’OLP e gli altri colleghi è cambiato?

È rimasto lo stesso, ci siamo sentiti anche durante il lockdown per scambiarci le varie informazioni e gli aggiornamenti che arrivavano.

Hai qualche consiglio da suggerire per migliorare lo svolgimento delle attività in struttura?

No, ritengo che l’organizzazione attuale sia ottima.

Adesso come trascorri la giornata?

La giornata è rimasta la stessa, a parte il fatto che mi alzo un po’ prima la mattina.

Continui a mantenere gli hobby che hai riscoperto in quarantena?

Sì, riesco a dedicarmi alle mie passioni in quanto ho tutto il pomeriggio libero. Inoltre, continuo a fare la baby sitter quando ce n’è bisogno.

Grazie per la disponibilità di Giulia.

Intervista a cura di Mariastella Viceconte.

Tags: