Accesso Area Riservata Nome utente   Password    
Comunicazione
Il Movimento Nonviolento è in lutto. Oggi si è spento a Firenze Pietro Pinna. PDF Stampa

 

pietro pinna-1Pietro Pinna, ricordato come il primo obiettore di coscienza "politico" italiano, ha speso la sua vita per la costruzione della nonviolenza organizzata nel nostro Paese.
Dopo gli anni di carcere militare a cui fu sottoposto per il suo rifiuto del servizio militare obbligatorio, si impegnò attivamente per il riconoscimento dell'obiezione di coscienza. Dopo la prima Marcia Perugia-Assisi divenne il più stretto collaboratote di Aldo Capitini, con il quale fondò nel 1962 il Movimento Nonviolento, assumendone la guida, e nel 1964 la rivista Azione nonviolenta, della quale è stato fino ad oggi direttore responsabile. Pietro Pinna – Piero, per tutti - ha avuto sempre chiaro che non si può sconfiggere la guerra senza eliminarne lo strumento che la rende possibile, gli eserciti. E in questo impegno per la nonviolenza specifica – fatto di disobbedienze civili, marce antimilitariste, azioni dirette nonviolente per il disarmo unilaterale - ha speso ogni momento del la sua esistenza, coerente e rigoroso soprattutto con se stesso, sempre aperto all'incontro con l' altro nella tensione e familiarità della ricerca della verità. Oggi, i giovani, che tanto a cuore stavano a Piero, che si affacciano all'esperienza del servizio civile, sanno – o dovrebbe sapere – che la loro esperienza di difesa civile non armata e nonviolenta è possibile soprattutto grazie all'impegno di una vita di Pietro Pinna.

Ciao Piero.

Il Movimento Nonviolento

da www.azionenonviolenta.it

 

 
Servizio Civile Universale, una vittoria da consolidare PDF Stampa

Con il voto del Senato in seconda lettura, il testo del disegno di legge delega del Governo, di riforma del Terzo Settore e di istituzione del Servizio Civile Universale, ha trovato, con molta probabilità, la sua versione definitiva.

L'articolo integrale di Licio Palazzini, presidente nazionale ASC, su Arci.it e nella nostra rassegna stampa.

 
COMUNICATO STAMPA - CONTAMINAZIONI PDF Stampa

contaminazioniLe Contamin-azioni di ARCI Servizio Civile al Toti

Martedì 12 aprile 2016 si terrà il quarto appuntamento di CONTAMIN-AZIONI, la proposta di ARCI Servizio Civile in coorganizzazione con il Comune di Trieste, Area Educazione che vede impegnati i giovani, nello spirito di cittadinanza attiva e partecipazione, su temi quali il benessere sociale, la cooperazione, l'associazionismo, la pace, la solidarietà.
Alle ore 18.00 al Polo di Aggregazione Giovanile “Toti” in via del Castello 1/3 a S.Giusto si terrà un incontro con l'Associazione Oltre quella sedia che opera da 11 anni per promuovere attraverso strumenti innovativi l'importanza di andare oltre le etichette per permettere ad ogni essere umano di mettersi in contatto con le proprie capacità e trovare le opportunità per poter svilupparle.

Leggi tutto...
 
4 aprile 1968-2016. Quando il mondo vide il sogno spezzato di Martin Luther King PDF Stampa

Martin Luther King, insieme a Gandhi, è certamente il profeta della nonviolenza più conosciuto al mondo.

Ha condotto un movimento che ha scosso le fondamenta degli Stati Uniti, riuscendo a dare dignità al popolo nero e a conquistare, per tutti, diritti, democrazia e pace.
Ha contribuito in modo determinante al movimento contro la guerra del Vietnam. Ha aperto la strada ad una nonviolenza moderna, occidentale, efficace, laica e religiosa. Ci lascia una grande eredità civile, morale, culturale, spirituale.
L'articolo integrale in occasione dell'anniversario della morte di Martin Luther King sul sito di azionenonviolenta

 
CNESC: SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE: UN ATTO DI FIDUCIA VERSO I GIOVANI PDF Stampa

logo cnesc

Servizio Civile Universale: un atto di fiducia verso i giovani. Così la CNESC dopo l'approvazione al Senato del DDL di riforma del Terzo Settore e di istituzione del Servizio Civile Universale

Il testo colloca finalmente il Servizio Civile Universale nell'alveo costituzionale del diritto dovere di promuovere la pace con modalità civili e non armate e a questo riconduce gli altri riferimenti alla Costituzione, che fissa il diritto dei giovani, italiani e stranieri residenti in Italia di vivere questa esperienza, che potenzia il servizio civile all'estero in direzione anche di un servizio civile europeo, che stabilisce una governance statale dopo i conflitti e le duplicazioni causate dal decreto legislativo 77 del 2002, che apre la strada ad una sburocratizzazione e semplificazione per le organizzazioni accreditate di partecipare al Servizio Civile Universale. Restano incognite sia sul finanziamento (a cominciare dal 2017) che sulle concrete modalità di salvaguardare la funzione educativa e formativa con i giovani e di costruzione di un partenariato con le organizzazioni accreditate, a cominciare da quelle del Terzo Settore.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 52