Accesso Area Riservata Nome utente   Password    
Dare un futuro al Servizio Civile Nazionale PDF Stampa

Arci Servizio Civile Nazionale promuove assieme alla CNESC la campagna di mobilitazione

La Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, di cui ASC è socio fondatore, in collaborazione con il Forum Permanente del Terzo Settore, l'Associazione ONG Italiane, e fra le altre, l'ARCI, l'Arciragazzi, Legambiente, l'Uisp, e l'Auser promuove la campagna di mobilitazione in difesa e rilancio del Servizio Civile Nazionale "DARE UN FUTURO AL SERVIZIO CIVILE".

Il Servizio Civile Nazionale, dopo una parabola crescente che lo ha portato al successo per numero di giovani partecipanti ed enti aderenti, da qualche anno si trova ad affrontare un momento di crisi a causa della sovrapposizione tra finalità e modalità di attuazione, fra di loro contraddittorie, che hanno generato un certo disorientamento fra i giovani, le organizzazioni, le istituzioni.
I tagli alle risorse economiche decisi dal Governo per il triennio 2009-2011 mettono in crisi l'operatività stessa del servizio civile. Nel 2009 su 100.000 posti richiesti solo 25.000 sono stati finanziati, il numero più basso dal 2003.

Nell'appello si legge:

"Vogliamo che si dia un futuro al Servizio Civile Nazionale.
Che sia volontario, rivolto a tutti i giovani cittadini che vivono stabilmente nel nostro Paese o che da altri Paesi vogliono partecipare, che metta al centro la crescita dei valori e delle capacità dei giovani, facendo le organizzazioni strumento di questa strategia educativa, attraverso concreti progetti di efficace intervento sociale, che abbia come finalità l'adempimento da parte dei giovani del diritto/dovere di promuovere la pace e di partecipare consapevolmente alla vita pubblica, facendo della cittadinanza un'esperienza effettiva.

È essenziale che lo Stato - questo l'appello che le organizzazioni rivolgono al Presidente del Consiglio dei Ministri - si impegni concretamente attraverso:
- il sollecito invio al Parlamento di una proposta che avvii la necessaria riforma della legislazione in vigore;
- lo stanziamento per il 2009 di un finanziamento straordinario che permetta l'avvio di altri 10.000 giovani oltre i 25.000 già programmati e la stabilizzazione, dal 2010, del numero di giovani in SCN pari ad almeno 40.000 unità".

Il nostro invito è duplice: le associazioni ad aderire, i cittadini a firmare e fare firmare.
Per leggere il testo dell'appello ed aderire clicca qui

Alla Cnesc aderiscono: Acli, Aism, Anpas, Arci Servizio Civile, Anspi. Avis Nazionale, Caritas Italiana, Cenasca-Cisl, Cesc, Cnca, Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia, Cong.P.S.D.P.Ist.don Calabria, Italia Nostra, Diaconia Valdese, Federsolidarietà / CCI , Focsiv, Legacoop, Scs/Cnos, WWF, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, UNPLI


Segreteria:
c/o Caritas Italiana Viale Aurelia 796 – 00165 Roma
Tel. 06/66177247 – Fax 06/66177602